QUALCOSA SU DI ME ;-)

CURRICULUM VITAE

COGNOME E NOME Facciamo che mi chiamo Susanna: grazie Jodo!

(C’è una storia dietro, chiaramente: durante le elementari dicevo a tutti che quello era il mio vero nome, le amichette più intime mi chiamavano addirittura Susy. La voce è arrivata alla maestra che ha verificato con mia mamma, che mi ha spudoratamente sbugiardato.
Ah, un nome! Forse che la rosa… eccetera eccetera?
Purtroppo questa fermezza nell’autodeterminazione di me è venuta a mancare nel momento cruciale, la scelta degli studi.)

TITOLO DI STUDIO
…E infatti, invece che all’artistico sono finita alle magistrali.

Interessante errore di percorso, senza il quale non avrei mai scoperto una profonda e viscerale passione pedagogica. Profonda e viscerale quanto le pulsioni artistiche, che comunque convivono nei sotterranei e ogni tanto traboccano dai tombini, svelando il gioco dei mondi paralleli.
Ah! I due sentieri nel bosco di Walt … e quello che scelsi cambiò la mia vita!

Per farla breve, il titolo del mio studio è da sempre “trova il limite, scava, vai più in fondo e in tutti i campi”, concimati o no, sassosi o disboscati, sottili di fresca aratura o stretti come terrazzi esposti al sole.

ESPERIENZE LAVORATIVE

Sono stata cacciatore di androidi al largo di Orione.
Poetessa comunista esiliata dalla dittatura cilena.
Musicista homless agli angoli delle strade di tutte le capitali europee.
Bidella nella scuola di Barbiana.
Compagna segreta e musa ispiratrice del grande Rothko
Negro per Benni (fino a Saltatempo), Pennac, Alda Merini, e molti altri.
Baby sitter (solo part-time) di Lorenzo Jovanotti.
Stenografa ufficiale ai convegni fondativi della Scuola Milanese di Terapia familiare.
Performer a Santarcangelo, Polverigi Volterra e Drò, nei tempi d’oro del teatro di ricerca.
Campionessa olimpionica dei 400 rana.
Ricercatrice alla scuola di Palo Alto.
Paroliera per Gaber, Guccini e De Andrè e anche De Gregori, nelle sue cose migliori.
Colf a mezzo servizio presso la contessa Suri Panaioli.
Portaborse di Berlinguer, ma con reverente discrezione.
Aiuto regista di Nanni Moretti, Ferzan Ozpetec e Spike Lee.

Tra l’uno e l’altro, maestra elementare.

CONOSCENZE LINGUISTICHE

Dopo la prima imbarazzante presentazione -il primo bacio, intendo- in cui me ne sono rimasta l e t t e r a l m e n t e a bocca aperta, direi che le mie conoscenze linguistiche sono andate nel tempo consolidandosi e possono, a tutt’oggi, definirsi discrete: le padroneggio in modo fluido, non scolastico, decisamente al di là di un contesto meramente professionale.

NOTE PERSONALI
Sono motivata, entusiasta, automunita.
Nel lavoro di team reggo bene la fatica

Tendenzialmente, lo ammetto, sono un’individualista
(grave difetto per chi stava un po’ a sinistra)

Lavoro un sacco, sono super organizzata
posso in quattro e quattr’otto riordinarvi la giornata

ma, soprattutto, sono ottimista e creativa
a volte un po’ ingenua, ma di intelligenza viva

Vi autorizzo, in conclusione, al trattamento dei miei dati
solo se avete modi gentili e delicati
sono infatti particolarmente sensibili
facili a botte e lividi, anche se non visibili

L’ho detto che ho cinquant’anni?
Sono giusto a metà della selva oscura
ma con questo pò pò di curricolo
niente mi fa paura

Le mie prospettive future?
Sono in salute, solo quanche vizio…
la seconda parte del curricolo
ve la spedirò dall’ospizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*